verso il lago di Talvacchia
3005
post-template-default,single,single-post,postid-3005,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.9.6,woocommerce-no-js,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-28.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive
photo credit: Iacopo Pasqui

verso il lago di Talvacchia

Ieri, secondo giorno di residenza d’artista per i/le fotografe di Mulattiere Acquasanta, abbiamo deciso di esplorare uno dei sentieri dei briganti (il n19) che arriva fino a Talvacchia. Il sentiero attraversa porzioni di bosco, dove pini e piccole querce si alternano, e scende fino a Talvacchia seguendo parallelamente il lago.

Nel bosco identifichiamo i ruderi di una vecchia “torre” , così viene chiamata da un abitante di Talvacchia, che incrociamo alla fine del sentiero e che ci racconta anche del lago, del borgo abbandonato di Carlcitt e di quanto si senta fortunato a vivere lì. Prima di salutarci visitiamo la sua cantina e assaggiamo i suoi liquori fatti in casa.

In foto: Daniele Cinciripini e Francesca Iovene (photo credit: Iacopo Pasqui)

 Mulattiere Acquasanta, fotograf* in residenza si concretizza all’interno del progetto Le antiche vie mulattiere dell’Acquasantano realizzato dall’Associazione Pro Acquasanta Terme insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

No Comments

Post A Comment