Al via la residenza per mulattiere acquasanta
2958
post-template-default,single,single-post,postid-2958,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.9.6,woocommerce-no-js,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-28.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

Al via la residenza per mulattiere acquasanta

Ieri, 16 ottobre 2020, sono arrivat* i prim* artist* in residenza alla grande casa di Pietra a Fornara, sono: Iacopo Pasqui, Francesca Iovene e Andrea Alessandrini; con loro riforniamo la cambusa per i giorni di residenza e visitiamo la frazione centrale del Comune di Acquasanta Terme e quella di Santa Maria.

Qui decidiamo di percorrere il sentiero de ‘Lu Vurghe’, un percorso che dalla frazione di S. Maria arriva fino al fiume, in prossimità del quale si trovano fonti termali naturali di acqua sulfurea. Questo percorso è stato ripristinato e riqualificato nel 2019 grazie all’azione sinergica di Provincia, cooperativa Idrea, e dal centro di educazione Asa Speleoclub. Queste terme libere, insieme a quelle della grotta sudatoria fredda, sono conosciute e rese note fin dall’antichità per salubrità della loro acqua, i romani li avevano indicati nelle loro carte geografiche col nome di “Vicus ad Aquas”, qui i legionari dell’impero facevano sosta per ritrovare le forze, e secondo alcuni storici (Marinucci) perfino Carlo Magno si sarebbe fermato qui durante il suo viaggio verso Roma.

Ci sembrava questo il luogo migliore per iniziare il periodo di residenza e rendere giustizia ad un toponimo, ed una fama, così antichi.

No Comments

Post A Comment