Lab_Cinema e Fotografia | 2021
2823
page-template-default,page,page-id-2823,theme-bridge,bridge-core-2.9.6,woocommerce-no-js,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-28.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive
filosofia della natura ed estetica del paesaggio, tra cinema e fotografia Werner Herzog e Terrence Malick

progetto-laboratorio cinema e fotografia

III edizione  | aprile-maggio 2021

percorso teorico
La terza edizione del Laboratorio Cinema | Fotografia avrà come argomento di studio e stimolo creativo la questione della raffigurazione dell’elemento naturale nel cinema. Tale tema sarà analizzato a partire dalle esperienze artistiche ed estetiche dei cineasti Werner Herzog e Terrence Malick, i quali saranno i due cardini intorno ai quali si svilupperà il discorso teorico che, però, sarà arricchito da ulteriori riferimenti di carattere cinematografico, fotografico e figurativo. La questione della rappresentazione della natura, a partire dalle esperienze filmiche di determinati autori, sarà inoltre correlata al tema del paesaggio e connessa ad approfondimenti legati ad altre discipline: filosofia, psicoanalisi, arti figurative e letteratura.

percorso creativo e finalità
La parte didattica sarà intrecciata a un percorso di carattere creativo. I partecipanti, in un flusso intensivo di studio della durata di due mesi, saranno chiamati a sviluppare un lavoro fotografico personale sulla questione della natura non solo ispirandosi alle vicende filmiche di Herzog e Malick ma tentando di generare una propria visione del tema che tenga conto di tutti gli spunti teorici che faranno parte del piano didattico. Lo scopo ultimo è quello di far avviare agli allievi un proprio progetto fotografico che allunghi le radici nella storia del cinema ma che si riorganizzi intorno a un nucleo espressivo di carattere personale.
Il progetto-laboratorio nasce per essere un’esperienza di ricerca visuale, trasversale e condivisa che muove dal cinema verso la fotografia. Lo scopo del progetto è quello di creare un percorso condiviso di ricerca pura e sperimentazione sull’immagine che stimoli la creatività e la maturazione stilistica tra i partecipanti.
In conclusione, sarà messa a punto una selezione definitiva che sarà successivamente pubblicata on line sui siti di Ikonemi e Punto di Svista.

a chi è rivolto

a tutti i fotografi appassionati di cinema, o meno, che sentono il bisogno di fermarsi a osservare e riflettere sulla natura delle immagini, approfondire la loro conoscenza del linguaggio visuale e delle opere di Werner Herzog e Terrence Malick.

Fotografia e cinema sono forme linguistiche strettamente connesse una all’altra, la prima è la madre della seconda. Il cinema ha compiuto, rispetto alla fotografia, un passo in avanti dal punto di vista dell’articolazione dei codici visuali e narrativi, soprattutto grazie ai movimenti di macchina e al montaggio, ma non v’è alcun dubbio sul fatto che queste due discipline facciano parte della medesima area espressiva, insieme alla videoarte e alla comunicazione in ambito contemporaneo (pubblicità, videoclip). Il progetto intende esplorare le connessioni tra queste due forme di arte e attraversare il territorio dell’immagine in una sorta di tragitto a ritroso dal cinema verso la fotografia. L’intento è legato all’idea di ricerca pura, di sperimentazione, sull’immagine che non sia condizionata dai confini tra le arti visive tecnologiche e che stimoli la libera creatività dei partecipanti.

come partecipare 

invia una mail a cinemafotografialab@gmail.com, scrivici cosa ti spinge a partecipare a questo progetto-laboratorio, allega una breve bio/cv (max 1000 caratteri) e un portfolio (max 10 immagini, jpeg o pdf) o il link al tuo sito. La richiesta di partecipazione sarà valutata da Ikonemi e Punto di Svista. Per garantire un’adeguata qualità dell’esperienza saranno ammessi un numero di massimo 8 partecipanti.

docente: Maurizio G. De Bonis
tutor: Daniele Cinciripini, Orith Youdovich, Serena Marchionni
iscrizioni aperte: 10 marzo – 31 marzo 2021
appuntamenti: 8 aprile – 27 maggio 2021
9 incontri bisettimanali sulla piattaforma Zoom (totale: 16 ore)
orario: 18.30-20.00; primi cinque incontri: 18.30-20.30
costo: 250 euro / posti: 8

 

calendario 

Gli incontri si articoleranno in 10 appuntamenti bisettimanali sulla piattaforma Zoom tra aprile e maggio 2021 alle ore 18.30 e avranno una durata di un’ora e mezza tranne i primi due incontri della durata di due ore per un totale di 16 ore.

giovedì 8, venerdì 9, aprile 2021 | orario 18.30-20.30
giovedì 15, lunedì 19 aprile 2021 | orario 18.30-20.30
20 aprile – 5 maggio 2021 | pausa per realizzazione dei lavori
giovedì 6 | orario 18.30-20.30
lunedì 10, giovedì 13 maggio 2021 | orario 18.30-20.00
14 – 23 maggio 2021 | pausa per realizzazione dei lavori
lunedì 24, giovedì 27 maggio | orario 18.30-20.00

 

costi
la partecipazione al progetto-laboratorio prevede una quota d’iscrizione pari a 250,00 euro.
L’elenco degli ammessi verrà comunicato entro il 1 aprile 2021. Gli ammessi al laboratorio riceveranno le indicazioni per il tesseramento e contributo di partecipazione.