viaSALARIA
840
page-template-default,page,page-id-840,bridge-core-1.0.4,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

ViaSalaria è un laboratorio itinerante di indagine territoriale ed urbanistica che ha portato un gruppo di 24 studenti e giovani ricercatori provenienti da 5 università italiane a camminare attraverso l’Italia, da Adriatico a Tirreno, da San Benedetto del Tronto fino al Lido di Ostia.

Durante il tragitto, ViaSalaria ha toccato luoghi, studiato pratiche e discusso con esperti e comunità locali sulle possibilità di sviluppo di territori diversi. Passo dopo passo, tappa dopo tappa, il gruppo ha costruito un laboratorio di riflessione itinerante che diventerà presto un tavolo permanente di discussione e dibattito su temi di natura urbanistica.

Il cammino si è svolto dal 17 agosto al 2 settembre scorsi ed ha seguito il tracciato della antica via Salaria, attraversando la città diffusa nella fondovalle del Tronto, varcando le porte di uno dei centri storici meglio conservati d’Europa, Ascoli Piceno, per poi risalire il corso del fiume attraverso il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e della Laga e visitando i centri colpiti dal sisma di Agosto-Ottobre 2016, dunque Arquata, Accumuli e Amatrice; poi, scendendo sul versante Tirrenico, toccando i paesaggi della Sabina, facendo tappa a Posta, Antrodoco, Poggio Moiano; e arrivando a Roma visitando e studiando il quartiere Corviale, ultima tappa prima dell’arrivo sul Tirreno.

ViaSalaria, organizzata e curata da Luca Lazzarini (Politecnico di Torino), Guido Benigni (Università degli Studi di Camerino) e Andrea Pesaresi (IUAV), è un’iniziativa indipendente ed autofinanziata che si avvale di una rete di collaborazioni e partnership con attori pubblici e privati, tra i quali ikonemi.

Il progetto è promosso dal Dipartimento di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (DIST) del Politecnico di Torino con il patrocinio delle amministrazioni comunali di Ascoli Piceno, Spinetoli (AP), Arquata del Tronto (AP), Acquasanta Terme (AP), Antrodoco (RI) e Fara in Sabina (RI) e il sostegno di Italia Nostra Ascoli Piceno, Istituto Nazionale di Urbanistica INU sezione Marche, Consorzio Universitario Piceno CUP, e Ikonemi centro indipendente di fotografia di paesaggio. Sponsor del progetto è il Centro Grafica e Stampa G&V di Ascoli Piceno.

L’indagine di ViaSalaria continua il 31 ottobre 2017 con una giornata di studi e una mostra, presso il Castello del Valentino di Torino,  questa sarà l’occasione per diffondere le ricerche intraprese grazie al cammino e condividerne i risultati. L’inaugurazione della mostra avverrà a coronamento del seminario durante il quale i momenti di story-telling dell’esperienza del cammino da parte delle ragazze e dei ragazzi e di ViaSalaria si affiancheranno ad alcuni contributi di ricercatori su temi che il tragitto ha incrociato.

 

La mostra, a cura del Centro di Fotografia di Paesaggio Ikonemi, propone una rassegna per immagini, testi, appunti e disegni dell’esperienza scientifica ed umana del cammino. In tale occasione verrà presentato in anteprima il secondo numero del magazine indipendente di Ikonemi bab02, ispirato e dedicato all’esperienza di ViaSalaria.

ViaSalaria e Ikonemi lanciano una campagna di raccolta fondi per finanziare la mostra che verrà inaugurata il giorno 31 ottobre 2017 presso la Sala delle Colonne del Castello del Valentino di Torino, scopri come contribuire qui.

Segui via salaria su Fb ed Instagram.