memoria comune
1736
page-template-default,page,page-id-1736,bridge-core-1.0.4,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,columns-4,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

memoria comune

memoria comune è un progetto che ha l’obiettivo di salvaguardare la memoria, intesa come microstoria, della comunità locale, attraverso un processo di raccolta, digitalizzazione e valorizzazione delle testimonianze visive, fotografie e filmati analogici degli abitanti di Spinetoli.

memoria comune è un servizio gratuito offerto alla cittadinanza per la conservazione su formato digitale del proprio patrimonio analogico fotografico e filmico. Gli album e i film familiari su supporto analogico costituiscono un patrimonio visuale di grande interesse che, se non fruito o conservato correttamente, rischia di perdersi silenziosamente, dimenticato nelle cantine o nelle soffitte.

Obiettivo del progetto è duplice: far tornare fruibile un patrimonio visuale a rischio, e costituire una raccolta della memoria comune di Spinetoli, per custodire e valorizzare quei preziosi frammenti di microstoria del territorio e dei suoi abitanti.

Verrà raccolta, recuperata e riversata in digitale la memoria custodita nei filmati familiari in pellicola (super8, 9,5mm, 16mm), ogni proprietario avrà indietro l’originale e la relativa copia digitale, e un compendio di utili consigli per una corretta conservazione dell’originale materiale.

Per rendere intellegibili tali preziosi documenti verranno mappate le memorie all’interno del territorio comunale, nel tentativo di salvaguardare anche le microstorie dietro le immagini e riconnetterle coi luoghi che le hanno generate.

memoria comune è un’iniziativa ideata e promossa da Ikonemi, che ha la sua sede operativa presso il Palazzo Belvedere di Spinetoli. Il progetto viene realizzato grazie al sostegno del Comune di Spinetoli e del BIM Tronto; al patrocinio dell’Università di Teramo e al supporto tecnico dell’Archivio Audiovisivo della Memoria Abruzzese gestito dalla fondazione UNITE.

«Come l’intelletto e il tempo, la memoria è inimmaginabile senza dimensioni fisiche; immaginarla come un luogo fisico vuol dire inserirla in un paesaggio in cui sono collocati i suoi contenuti, e ciò che ha una collocazione può essere avvicinato.» _Rebecca Solnit
calendario
27-28 aprile 2019
4-5 maggio 2019
19 maggio 2019
1-2 giugno 2019
22-23 giugno 2019
contatti
ikonemi.fotografia@gmail.com
3476724529 _ Serena
338 869 8532 _ Daniele